menu

Blog Article

Mastrostefano: come fare un trasloco, piccoli consigli

posted in News by

Mastrostefano Traslochi vuole dare alcuni consigli per fare un trasloco senza troppo stress.

Natale o Capodanno non sono i momenti ideali per traslocare, meglio in estate; ciò non toglie che molte persone traslocano, per motivi di lavoro o di cambio abitazione, durante tutto l’anno.

Cosa fare prima di un trasloco?

Sembrerà banale, ma una delle prime cose da fare, oltre al grande stress psicologico che comporta, è decidere cosa non ci serve più e subito dopo, affidarsi ad un esperto.

Smaltire il superfluo, gli oggetti ormai superati e rotti,  eviterà di trasferire oggetti inutili e permetterà di risparmiare tempo, energia e denaro. E’ anche una grande occasione per liberarsi di oggetti e suppellettili che non vogliamo più in casa.

Esaurita questa fase, è bene cominciare dal reperire i materiali necessari a contenere e a proteggere i beni personali, durante il trasloco. Redigere per tempo un elenco delle cose da fare eviterà di lasciare passaggi in sospeso.

I bambini generalmente non amano molto i traslochi, perchè i piccoli non sopportano molto i cambiamenti. Se sono sufficientemente grandi, possiamo cercare di aiutarli ad adattarsi al cambiamento coinvolgendoli nella pianificazione della nuova casa, e in particolare della loro stanza. Se i mobili restano sostanzialmente gli stessi, vale la pena di investire in un nuovo set di lenzuola per il letto, o in un un nuovo peluche: insomma in qualcosa che possa aiutarli ad amare la novità.

Qual è la stagione migliore per traslocare?

La maggior parte dei traslochi, da parte di famiglie o single, si effettua durante il periodo estivo, perché i lavori possono beneficiare di giornate più lunghe e di clima favorevole. Le giornate di sole predispongono maggiormente gli animi.

Se si intende essere supportati da una ditta di traslochi, è consigliabile fissare la data con buon anticipo in modo da non dover rinunciare all’operatore di fiducia individuato o conosciuto.
Quali materiali servono per un trasloco?

Per eseguire correttamente un trasloco è fondamentale essere muniti di tutto il necessario per l’imballaggi. Gli scatoloni sono normalmente forniti piegati.
La dimensione più utilizzata è di 40/50 cm di larghezza e profondità e 35/40 cm di altezza. Servono anche scatoloni più grandi per il vestiario: l’ideale è di riuscire a fare stare gli abiti appesi agganciando la gruccia a un bastone conficcato nella parte alta dello scatolone.

Come eseguire le operazioni di carico e scarico?

La consegna dei mobili e dei beni personali è un passo importante; il luogo di destinazione e quello di partenza sono parametri che inevitabilmente fanno la differenza sulla complessità delle operazioni da compiere. Per particolari movimenti quali, ad esempio, quelle di casseforti, armadi blindati, macchine industriali, strumenti musicali e oggetti d’arte, è consigliabile rivolgersi ad imprese di traslochi abbastanza esperte, attrezzate con una gamma di mezzi ampia e diversificata.

Quello che possiamo vivamente raccomandare è di iniziare per tempo. Fare le cose nelle ultime settimane è una garanzia di stress; iniziare per tempo a fare scatoloni può aiutare a diminuire uno stato di tensione emotivo. Se avete una cantina, una soffitta, un garage,  un posto in cui mettere via gli scatoloni fatti, man mano, sarebbe l’ideale.

Questo perché vivere tra scatole e mobili smontati per 2 mesi non è divertente e non piace a nessuno.

La società Sea Air Truck Mastrostefano da anni è una società specializzata nei traslochi e trasporti con un servizio anche in abbinamento per risparmiare notevolmente sul costo del trasloco; le certezze offerte da Mastrostefano sono quelle di massima serietà e affidabilità, comprovate senza dubbio dal riscontro largamente positivo.

16 Dic, 16

about author

 

 

related posts

 

 

ultimi commenti

Ci sono 0 commenti su "Mastrostefano: come fare un trasloco, piccoli consigli"

 

post comment